Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ventidue condanne, dai 20 anni a un anno e 8 mesi di reclusione, e 5 assoluzioni sono state decise oggi dal gup del Tribunale di Catanzaro Filippo Aragona, nell'ambito del processo denominato "Prisoners Tax" che il 23 luglio 2019 aveva portato all'esecuzione di 25 misure cautelari da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e della Compagnia di Soverato, coordinati dalla Dda di Catanzaro. Le accuse contestate a vario titolo sono associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata dall'essere composta da più di dieci associati e da soggetti dediti all'uso di sostanze stupefacenti, nonché di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione. Una consistente parte dei proventi dello spaccio erano destinati al mantenimento dei detenuti in carcere. Cocaina, marijuana e hashish erano le sostanze stupefacenti che in ingenti quantità venivano immesse sul mercato dalla cosca Procopio-Mongiardo che domina sul territorio di Soverato.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy