Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Napoli. Un esposto-denuncia e' stato presentato alla procura presso il tribunale di Parma da Immacolata Iacone di Raffaele Cutolo, morto il 17 febbraio a Parma. A presentarlo, come aveva anticipato nei giorni scorsi all'AGI, l'avvocato del boss deceduto nell'istituto di pena emiliano, Gaetano Aufiero, che nel pomeriggio di oggi, tramite pec, ha provveduto ad inoltrarlo. "Credo che siano stati consumati dei reati nella gestione della vicenda successiva alla morte di Cutolo" spiega. Il riferimento e' ai criteri del pm, Ignazio Vallario, per consentire alla moglie e alla figlia tredicenne di Cutolo di porgere l'estremo saluto al congiunto: "Il magistrato ha disposto il divieto di avvicinarsi alla salma e negato che sul feretro venisse posto anche un fiore o un'immagine sacra. Se tutto questo e' stato legittimo e non configuri reato, lo stabilira' la stessa Procura". E poi lamenta le misure eccezionali di sicurezza adottate per il trasferimento del feretro da Parma a Ottaviano (Napoli).

AGI

Foto d'archivio © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy