Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I pm della Capitale hanno chiesto il rinvio a giudizio di Salvatore Casamonica, boss dell'omonimo clan, e degli avvocati del Foro di Roma, Angelo Staniscia e Lucia Gargano, indagati per concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso. Al centro delle indagini la "pax" tra clan del litorale romano di Ostia. L'inchiesta della Guardia di Finanza, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, ruota attorno al "summit" svoltosi al ristorante di Grottaferrata del 13 dicembre 2017, dove con Casamonica e Gargano c'era anche "Diabolik" Piscitelli, ucciso il 7 agosto 2019 al parco degli Acquedotti. Staniscia è conosciuto per essere, tra l'altro, il legale storico degli Spada e, in particolare, di Roberto. A firmare la richiesta di rinvio a giudizio sono stati il procuratore, Michele Prestipino, il procuratore aggiunto, Ilaria Calò e i pm, Giovanni Musarò e Mario Palazzi. L'udienza preliminare è fissata per il prossimo 3 marzo.

In foto: Roma, 30 marzo 2018. Il pm Giovanni Musarò e l'avvocato difensore di Roberto Spada, Angelo Staniscia © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy