Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Cassazione ha confermato le condanne per sette persone arrestate nel corso dell'operazione Black Cat condotta dalla compagnia dei carabinieri di Termini Imerese nel 2016. In carcere sono stati portati Silvio Napolitano, di 68 anni, di Termini Imerese condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione e al pagamento di 4.000 euro di multa; Vincenzo Vassallo, 44 anni, di Palermo condannato a 9 anni di reclusione e al pagamento di 2.500 euro di multa; Vincenzo Calderaro di Caccamo, 61 anni, condannato a 5 di reclusione; Francesco Cerniglia, di Palermo, 27 anni, condannato a 6 anni di reclusione e al pagamento di 1.500 euro di multa; Vincenzo Sparacio, di Palermo, 31 anni condannato a 10 anni di reclusione e al pagamento di 2.500 euro di multa; Antonino Giuliano, 48 anni, di Palermo condannato a due anni di reclusione e Michele Sarraino, 50 anni, di Termini Imerese, condannato a 4 anni di reclusione e al pagamento di 4.000 euro di multa. Erano accusati, a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione aggravata in concorso, concorso esterno in associazione mafiosa e rapina aggravata. Sono stati portati nel carcere di Pagliarelli. Altre 26 posizioni sono state rinviate alla Corte d'Appello, mentre 4 sono state le assoluzioni.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy