Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Il procuratore della Repubblica di Catanzaro è oggi intervenuto con una nota di precisazione su quanto ieri dichiarato nel corso di una intervista a 'Il Corriere della sera' sul tema delle scarcerazioni. La nota oggi diffusa, nella parte in cui sottolinea il rispetto delle norme processuali e fa richiamo agli strumenti delle impugnazioni come legittima reazione, dentro il processo, a provvedimenti non condivisi, sembra poter dissipare perplessità e chiarire equivoci". Lo dichiara in una nota il presidente dell'Anm Giuseppe Santalucia. "E di far comprendere - aggiunge - che le precedenti dichiarazioni non si sono poste in contrasto col principio secondo cui i provvedimenti dei giudici, che rigettano richieste della pubblica accusa, che annullano precedenti provvedimenti di accoglimento di quelle richieste, che smentiscono ipotesi accusatorie prima accolte, sono espressione fisiologica delle regole e della logica, anche costituzionale, del processo; e sono attuazione del dovere di accertamento che si alimenta della posizione di imparzialità e neutralità del giudice, architrave del nostro sistema".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Gratteri: '''Ndrangheta e massoneria deviata controllano interi settori della sanità calabrese''

Inchiesta di Gratteri: indagato Cesa. Governo in bilico

Operazione ''Basso Profilo'': maxi operazione della Dia, indagato Lorenzo Cesa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy