Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un agente penitenziario è stato colpito al ginocchio con un oggetto pesante da un detenuto. E accaduto negli spazi comuni della nona sezione del carcere Ucciardone di Palermo. L’assistente capo, 52 anni, è stato soccorso dai sanitari del 118 arrivati con un’ambulanza e portato in ospedale per accertamenti.
Secondo una prima ricostruzione, a scagliarsi contro l’agente è stato un detenuto al rientro dai colloqui con i familiari. Il recluso avrebbe lanciato forse un tavolino, colpendo l’agente al ginocchio. Cosa è successo lo chiarirà un’indagine interna avviata dalla direzione dell’istituto penitenziario. Per l’agente si temeva una frattura ma gli esami hanno escluso questa circostanza, evidenziando invece un trauma giudicato guaribile in 10 giorni.
“Non possiamo accettare - afferma Maurizio Mezzatesta, segretario provinciale Fsa-Cnpp - che si ripetano queste aggressioni. Ne abbiamo parlato con il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e con il responsabile del personale durante alcune videoconferenze. Ci auguriamo che, come promesso, prendano quanto prima provvedimenti”.

ANSA

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy