Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L'ex senatore e fondatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri è stato assolto "perché il fatto non sussiste" dall'accusa di concorso in peculato dalla prima sezione penale del Tribunale di Napoli. Si tratta del processo sull'appropriazione di 14 volumi rubati dalla Biblioteca dei Girolamini di Napoli, consegnati a Dell’Utri da Massimo Marino De Caro, ex direttore della Biblioteca, condannato in via definitiva a 7 anni per peculato. Dell’Utri, difeso dagli avvocati Claudio Botti e Francesco Centonze, ha sempre negato di aver saputo che si trattava di libri trafugati dalla biblioteca.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Stato-mafia, pentito Riggio: ''Dell'Utri indicò luoghi delle stragi in Continente''

Graviano atto terzo: ''Dell'Utri è stato tradito''

Dell'Utri, la lettera e l'offesa alle vittime di mafia

Berlusconi, Dell'Utri e le indagini sulle stragi

Condanna definitiva: Dell'Utri criminale mafioso

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy