Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Corte d'Appello di Catanzaro ha accolto l'istanza di ricusazione del giudice Tiziana Macrì dal ruolo di presidente del collegio giudicante del maxi processo Rinascita-Scott. La richiesta era stata proposta dalla Dda del capoluogo calabrese diretta da Nicola Gratteri. Il processo, che inizierà mercoledì 13 gennaio nella nuovissima aula bunker di Lamezia Terme, vedrà alla sbarra 355 imputati presunti appartenenti alle cosche vibonesi. Alla base della ricusazione il ruolo di gip di Macrì nello stesso procedimento in cui avrebbe "emesso provvedimenti di intercettazione a contenuto decisorio con annesse valutazioni di materiale confluito nei fascicoli processuali”.

ARTICOLI CORRELATI


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy