Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Due periti dovranno riferire riguardo la tipologia di accertamenti effettuati sulle condizioni di salute di Antonello Montante al fine di verificare la capacità dell'imputato di partecipare coscientemente al processo di primo grado. Lo ha stabilito oggi la Corte d'Appello di Caltanissetta, presieduta da Andreina Occhipinti, nell'ordinanza nell'ambito del processo sul cosiddetto "Sistema Montante" nei confronti di cinque imputati. La richiesta era stata avanzata dai legali dell'ex leader di Confindustria, Carlo Taormina e Giuseppe Panepinto secondo i quali ciò potrebbe comportare la nullità del giudizio di primo grado.
La Corte ha al contempo rigettato la richiesta, avanzata sempre dai legali di Montante, di ascoltare le testimonianze degli ex presidenti di Confindustria Emma Marcegaglia e Vincenzo Boccia e di Sergio Lari, ex procuratore capo di Caltanissetta, Giuseppe Pignatone, ex capo della procura di Roma e Roberto Scarpinato, procuratore generale a Palermo.
La Corte ha anche disposto l'acquisizione dei procedimenti penali iscritti a carico di Alfonso Cicero, parte offesa e parte civile e a carico dell'imprenditore ed ex assessore regionale della giunta Lombardo, Marco Venturi, dal 2014 al 2020 al fine di valutare l'utilizzabilità delle dichiarazioni rese.
A tal proposito, l'avvocato Annalisa Petitto, legale di Cicero, ha prodotto il certificato dei carichi pendenti e del casellario giudiziario che certificano che Cicero non ha alcun carico pendente o sentenze di condanna. In primo grado Antonello Montante, è stato condannato, con il rito abbreviato, a 14 anni di reclusione.
Il processo è stato quindi rinviato al prossimo 18 dicembre.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy