Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sono complessivamente 85 gli anni di reclusione, a fronte di una richiesta del pm Annamaria Frustaci ammontante a 174 anni di reclusione, inflitti dal Tribunale collegiale di Vibo Valentia a 7 imputati ritenuti appartenenti al clan Soriano di Filandari (Vv) coinvolti nell'operazione Nemea ed anche in Rinascita-Scott. La sentenza è arrivata nel corso della notte dopo una lunga camera di consiglio. Gli atti e le contestazioni di Rinascita-Scott) sono state unite al processo Nemea. Le condanne sono: 18 anni e 11 mesi a Leone Soriano; 12 anni a Graziella Silipigni; 13 anni e 8 mesi a Giuseppe Soriano; 5 anni a Giacomo Cichello, di 33 anni, di Filandari; 13 anni per Francesco Parrotta; 11 anni e 11 mesi a Caterina Soriano; 10 anni e 9 mesi per Luca Ciconte. I condannati sono tutti di Filandari. Assolti altri 8 imputati. Associazione mafiosa, associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico, spaccio di stupefacenti, estorsione, danneggiamento, detenzione e porto illegale di armi i reati, a vario titolo, contestati. L'operazione Nemea è stata condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Vibo Valentia mentre Rinascita-Scott si è avvalsa anche del Ros di Roma e Catanzaro. Le due inchieste sono state coordinate dalla Dda di Catanzaro.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy