Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

E' attesa in giornata la sentenza del processo a carico del boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro, accusato di essere tra i mandanti delle stragi di Capaci e via D'Amelio.
La Corte d'Assise di Caltanissetta, presieduta da Roberta Serio, è entrata pochi minuti fa in camera di consiglio.
I giudici sarebbero dovuti entrare già ieri in camera di consiglio per emettere la sentenza, ma l'udienza era iniziata in ritardo a causa dell'adeguamento dei protocolli sanitari chiesti dalla Presidenza del tribunale e per un'ulteriore camera di consiglio per decidere se audire il pentito Vincenzo Calcara. Una richiesta che è stata rigettata dalla Corte. Al termine della requisitoria il Procuratore aggiunto Gabriele Paci aveva chiesto l'ergastolo per Messina Denaro latitante da quasi 30 anni.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy