Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Una rivolta dei detenuti è scoppiata nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Secondo quanto si apprende da fonti sindacali, circa 60 detenuti avrebbero preso l'intera sezione del reparto di isolamento. "Tra ieri e oggi, i reclusi hanno devastato alcuni uffici e ferito 6 colleghi. La situazione è molto delicata", ha spiegato Aldo Di Giacomo, segretario generale del sindacato di Polizia Penitenziaria (SPP). Sul posto sono giunti il vice capo del Dap, Roberto Tartaglia e il Provveditore regionale amministrazione penitenziaria, Antonio Fullone. La rivolta poi si è conclusa nel pomeriggio e la situazione al momento è tornata alla normalità con i detenuti che sono stati ricondotti nelle celle. "Il Vice Capo del DAP, Roberto Tartaglia, ha visitato il reparto Danubio dove si erano svolti i disordini e ha incontrato una nutrita rappresentanza di personale di Polizia Penitenziaria che lavora in quel reparto - si legge in una nota del ministero della Giustizia -, ascoltando le loro istanze e soffermandosi in particolare sui problemi della struttura e sul lavoro del personale". Successivamente si è svolta una prima riunione alla quale hanno partecipato il Provveditore regionale della Campania, la Direttrice dell'istituto, il Comandante del reparto di Polizia Penitenziaria e i sanitari presenti. Nel frattempo, su disposizione del Capo del Dipartimento Bernardo Petralia - che sta monitorando l'evolversi dei fatti e si sta dirigendo verso l'istituto sammaritano - il Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria sta inviando oltre 70 unità negli istituti della Campania. Petralia ha inoltre chiesto alla Direzione Generale dei Detenuti e del Trattamento del DAP di disporre l'immediato trasferimento fuori dalla regione dei detenuti coinvolti nei disordini.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy