Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Oltre a lui emessa la sentenza anche per altre 9 persone
Napoli. Il gip di Napoli Saverio Vertuccio ha condannato a pene variabili tra 12 anni e 4 mesi e 8 mesi e 10 giorni di reclusione, dieci persone, tra cui figurano Francesco Maturo, ritenuto reggente del clan vesuviano dei Fabbrocino (11 anni e 4 mesi) e Valerio Bifulco, ritenuto l'intermediario e l'uomo di fiducia negli affari dei Fabbrocino. Complessivamente i giudice ha comminato anche multe per oltre 366mila euro. La pena e la multa più pesante è stata inflitta proprio a Bifulco, soprannominato "Vallanzasca": 12 anni e 4 mesi e 120mila euro. Ad arrestare le persone condannate oggi (Valerio Bifulco, Salvatore Esposito, Antonio Federico, Raffaele Nappo, Giovani De Liso, Francesco Tagliaferro, Aniello Cardo, Francesco Ranieri, Francesco Maturo, Carmine Amoruso) sono stati i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna. L'attività investigativa di approfondimento eseguita dai militari dopo la cattura di Maturo consentirono di scoprire una serie di estorsioni nei confronti di alcuni imprenditori vesuviani e anche che alcuni degli indagati spacciavano sostanze stupefacenti nei comuni della zona ritenuti sotto il controllo criminale dei Fabbrocino.

ANSA

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy