Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di matteo nino c imagoeconomica 1Roma. La Prima Commissione del Csm ha convocato per lunedì prossimo il pm del processo sulla trattativa Stato-mafia Nino Di Matteo nell' ambito del fascicolo aperto su sollecitazione della figlia di Paolo Borsellino, Fiammetta, che ha chiesto di far luce sulle "disattenzioni" che ci sarebbero state sulle dichiarazioni del falso pentito Vincenzo Scarantino. Di Matteo doveva essere ascoltato la scorsa settimana, ma la sua richiesta che la seduta fosse pubblica, aveva fatto slittare l'audizione, ora fissata a lunedì. Sarà la prima volta che una seduta della Prima Commissione, competente sui trasferimenti d'ufficio per incompatibilità ambientale e funzionale dei magistrati, non si svolge a porte chiuse; ma potrà essere seguita dai giornalisti in un locale separato tramite impianti audiovisivi. Di Matteo ha motivato la sua richiesta con la volontà di fare chiarezza rispetto a "inesattezze, bugie e ingiuste generalizzazioni" che lui ha avvertito come "lesive" della sua stessa reputazione professionale.

ANSA

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Le ingiustizie del Consiglio superiore della magistratura

''Depistaggio di Stato, il Csm lasci stare Di Matteo''

Il Csm rinvia l'audizione del pm Di Matteo

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy