Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

fragala enzo2PALERMO. Le fasi salienti dell'aggressione costata la vita all'avvocato Enzo Fragalà, ucciso a bastonate a pochi metri dal suo studio, a Palermo, il 26 febbraio del 2010 sono state ricostruite nell'aula della corte d'assise che processa presunti mandanti ed esecutori materiali del delitto da una delle testimoni che asistette all'omicidio, Stefania Glorioso. La donna, che ha deposto all'udienza di oggi, ha raccontato di aver visto uno dei killer pestare con un bastone il penalista fino a farlo accasciare a terra e poi fuggire a bordo di uno scooter Sh guidato da un complice. La ricostruzione dell'aggressione e della fasi successive è stata ribadita anche da altre testimoni Viviana Friscia, Tiziana Auriemma e Rita Radicello. Dell'omicidio sono imputati i presunti mafiosi Francesco Arcuri e Antonino Siragusa, Salvatore Ingrassia, Antonino Abbate, Paolo Cocco e Francesco Castronovo. Secondo i pm Fragalà sarebbe stato ucciso perchè avrebbe indotto alcuni suoi assistiti a collaborare con gli investigatori, una linea che Cosa nostra non avrebbe gradito. Gli assassini avrebbero avuto l'incarico di dargli una lezione che doveva servire a tutta la categoria forense. Ma l'aggressione fu tanto violenta e brutale che il penalista perse la vita.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy