Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maniaci c ilovesiciliaPalermo. Le televisioni potranno seguire il processo a Pino Maniaci, giornalista di Telejato imputato per estorsione. Il tribunale, rievocando una precedente ordinanza e accogliendo la richiesta del legale di Maniaci, l'avvocato Antonio Ingroia, ha ammesso che le emittenti tv che ne hanno fatto richiesta assistano e riprendano il dibattimento che, secondo il difensore dell'imputato, riveste un particolare interesse pubblico. Nel corso dell'udienza di oggi Ingroia ha chiesto inoltre la dichiarazione di nullità del decreto che dispone il giudizio nei confronti di Maniaci, sostenendo che la posizione del suo assistito non dovrebbe essere trattata insieme a quella degli altri imputati del processo, accusati di estorsione aggravata e mafia. Chiesta anche l'esclusione di tre associazioni costituite parte civile che sono state cancellate a luglio scorso dai registri prefettizi delle associazioni antiracket, alcune per inattività e altre per infiltrazioni mafiosa. Su questa istanza e sulla dichiarazione di nullità del decreto il tribunale si è riservato e deciderà all'udienza del 4 ottobre. Maniaci avrebbe preteso favori e denaro dagli amministratori pubblici di alcuni comuni del palermitano minacciandoli che, se si fossero rifiutati di cedere alle sue richieste, avrebbe scatenato contro di loro una campagna di stampa negativa. 
 
ANSA
TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy