Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Avviso garanzia a ex Prima Linea, è indagato a piede libero
Torino. Sono più di tre le persone che secondo la procura di Milano sono coinvolte nell'omicidio del procuratore torinese Bruno Caccia. Per il delitto, che risale al 1983, è già stato condannato all'ergastolo come mandante Domenico Belfiore, boss della 'ndrangheta in Piemonte, mentre si trova sotto processo - sempre a Milano - uno dei presunti esecutori, Rocco Schirripa. Il terzo personaggio, Vincenzo D'Onofrio, ex militante di 'Prima Linea', è indagato a piede libero dopo le dichiarazioni di un pentito e nei giorni scorsi ha ricevuto un formale avviso di garanzia dalla procura milanese. L'ipotesi d'accusa formulata dal pm Marcello Tatangelo nei suoi confronti è di avere agito in concorso con Belfiore, Schirripa e di 'soggetti terzi' non meglio specificati.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy