Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila - 6 ottobre 2014
Palermo. Chieste condanne dal pm Gianluca De Leo per Giuseppe Castelluccio, accusato di associazione mafiosa e tentata estorsione, e Massimiliano Di Majo, imputato di tentato omicidio, per 18 anni di reclusione ciascuno. Entrambi furono arrestati a dicembre scorso dopo che, il 2 novembre, un commerciante palermitano di una piccola bottega di casalinghi nel quartiere Noce si era ribellato al pizzo, dopo essere stato picchiato selvaggiamente con colpi di mazzuolo davanti al suo negozio. La vittima non aveva chiesto l'autorizzazione per aprire il locale e in più si rifiutava di pagare dopo aver ricevuto anche uno "sconto" da tremila a 1.500 euro.
L'aggressione è stata ripresa dalle telecamere della videosorveglianza e le immagini sono finite agli atti dell'indagine che ha portato all'arresto di otto persone. Castelluccio e Di Majo hanno scelto il rito abbreviato, mentre il 20 ottobre comincerà il processo con rito ordinario.

Fonte ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy