Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

 

15 ottobre 2011
Palermo.
«La mafia non potrebbe realizzare certe iniziative nel settore economico, senza contare sulla complicità di liberi professionisti, perchè non ne avrebbe le competenze». Lo ha detto il procuratore di Palermo, Francesco Messineo, intervenuto stamattina alla presentazione del manifesto contro la mafia promosso dall'associazione antiracket. «Per questo è stata denominata come 'zona grigia' quell' area di interessi - ha aggiunto - dove la criminalità può trovare degli aiuti impropri». «Oggi la situazione nella lotta al racket è assimilabile a un bicchiere pieno a metà: le denunce ci sono, - ha osservato - ma non nel numero che speravamo. Bisogna continuare e portare le fasce produttive nell'area della legalità. La politica, ad esempio, ha ancora dei ritardi culturali nel contrasto alla realtà criminale».

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy