Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Condannata a 5 anni e mezzo Fabiola Moretti, chiamata la "Primula Rossa" perché legata a esponenti della banda della Magliana, finita sotto processo dopo essere stata arrestata, insieme ad altre venti persone, lo scorso gennaio durante un'operazione antidroga a Santa Palomba condotta dai carabinieri della compagnia di Pomezia. Poco meno di una ventina le condanne emesse oggi dal gup di Roma nel processo con rito abbreviato contro due diverse associazioni dedite allo spaccio di droga. Moretti, secondo l'accusa, agiva "da intermediaria verso i fornitori apicali, avendo più linee di rifornimento". Per il gip che a gennaio ne dispose l'arresto, la donna si occupava di "recuperare forniture di stupefacenti a vantaggio proprio e di entrambe le associazioni". Moretti “è leader del suo gruppo familiare e vive del narcotraffico del quale fa professione", viaggiando da Roma a Napoli in più di una circostanza per comprare la cocaina. Lo scorso luglio la donna era stata raggiunta da un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti, e condotta in carcere per scontare un cumulo di pene pari a 9 anni, 4 mesi e 17 giorni di reclusione per il reato di spaccio di droga in concorso commesso nel comune di Roma continuativamente dal 2014 al 2019.

Fonte: AGI

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy