Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un'operazione antispaccio interregionale tra Piemonte e Lombardia ha portato all'esecuzione da parte dei carabinieri di 9 misure cautelari, di cui 4 in carcere, 3 con l'obbligo di dimora e relativa presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria e 2 con il divieto di dimora a Novara e provincia, 18 gli indagati complessivi. L'operazione denominata "Sem" in parte conclusa dai militari del Comando compagnia carabinieri di Arona, con la collaborazione di altri reparti territoriali del Piemonte e della Lombardia, è la parte finale di un'indagine svoltasi da dicembre 2021 a marzo 2022 dal nucleo operativo e radiomobile e diretta dal sostituto procuratore della Repubblica Silvia Baglivo. L'indagine ha permesso di individuare gli appartenenti ad un gruppo dedito al traffico di sostanze stupefacenti operanti in particolare nelle zone boschive di Gozzano (Novara) e Comuni limitrofi. Il gruppo riceveva gli acquirenti nei boschi, dove avvenivano le cessioni di Droga in tutto l'arco delle 24 ore. Le indagini hanno permesso di documentare e poi contestare agli indagati cessioni di cocaina per oltre 2 chilogrammi, di eroina per più di 5 chilogrammi e oltre 2 chilogrammi di hashish. Un giro di affari di oltre 200.000 euro. Le persone fermate sono 5, con il fermo di sabato avvenuto a Vigevano (Pavia) mentre gli altri 4 risultano ancora da catturare.

Foto: Ansa

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy