Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ignoti hanno imbrattato nella frazione marina di Vibo Valentia il murales realizzato dai ragazzi di "Libera Vibo" e dedicato alla marcia organizzata pochi giorni dopo gli arresti eseguiti nell'ambito dell'inchiesta "Rinascita Scott" condotta dalla Dda di Catanzaro contro le cosche di 'Ndrangheta del vibonese. "Armati di vernice, pennello e colori - afferma il referente di Libera, Giuseppe Borrello - avevamo deciso di lasciare la nostra impronta con il ricordo della manifestazione del 24 dicembre del 2019 alla quale parteciparono migliaia di persone che percorsero in corteo le vie del centro di Vibo Valentia per esprimere gratitudine e vicinanza alle donne ed agli uomini in divisa. Chiaro simbolo di una comunità che vuole riacquistare spazi e costruire democrazia, stanca della violenza e della protervia mafiosa e stanca della regressione socio-economica che la criminalità ha prodotto". "Oggi, però - aggiunge Borrello - qualche utile idiota ha deciso di imbrattare il murales, cancellando la data del 24 dicembre e quello che fu lo slogan della marcia 'Vibo Valentia finalmente Libera'. Ci stiamo organizzando per ripristinarlo con la stessa determinazione, la stessa voglia e gli stessi sorrisi di allora. Ed a chi ha compiuto questo vile gesto diciamo soltanto questo: impiega meglio il tuo tempo perché davanti alle brutture saremo subito pronti a far vincere il bello".

Fonte: ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy