Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Il Tar del Lazio ha deciso di sospendere, in via cautelare, il provvedimento con cui il ministero dell’Interno nel 2018 aveva annullato la protezione per il "capitano Ultimo", cioè il colonnello Sergio De Caprio che arrestò Totò Riina. I giudici hanno accolto il ricorso presentato dal difensore Antonino Galletti. "De Caprio tuttora vive in una condizione di pericolo concreto - afferma - chi si è battuto contro la mafia ha diritto di essere tutelato dallo Stato".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Ridate la scorta a Capitano Ultimo ma evitate di chiamarlo eroe o paladino della giustizia

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy