Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Era stato accusato di diffamazione per aver associato generale a loggia
di AMDuemila

I figli del generale Carlo Alberto dalla Chiesa, Nando, Rita e Simona, si sono opposti alla richiesta di archiviazione della procura di Torino nei confronti di Gero Grassi, ex presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul caso Moro, denunciato per diffamazione per aver associato il nome del generale dei carabinieri, ucciso dalla mafia il 3 settembre 1982, alla loggia massonica P2 di Licio Gelli.
Il fatto era avvenuto durante la puntata 'M' di Michele Santoro, in onda su Raitre il 24 maggio 2018 dagli studi della Rai di Torino. La procura torinese aveva chiesto di archiviare la denuncia perché - come risulterebbe dagli atti della commissione Anselmi sulla P2 - il generale Franco Picchiotti propose a Carlo Alberto dalla Chiesa di entrare nella loggia di Gelli. Va comunque ricordato che la pratica non fu portata a termine. Il prossimo primo ottobre l'opposizione alla richiesta di archiviazione sarà valutata dal gup Francesca Christillin del Tribunale di Torino.

Fonte: ANSA

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy