Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

grasso governo collSchierarsi con chi come lui l'ha combattuta con forza parole
Catania. Con un doppio messaggio su altrettanti profili di social network il presidente del Senato e leader di Liberi e uguali, Pietro Grasso, ricorda il 34esimo anniversario dell'assassinio a Catania da parte della mafia del giornalista e scrittore 'Pippo' Fava. "Oggi e sempre - scrive su Twitter - dalla parte di chi, come Giuseppe Fava, ha scelto di combattere la mafia con la forza delle parole". "Giuseppe Fava - ricorda su Facebook - fu ucciso il 5 gennaio 1984, quando aveva 59 anni, mentre usciva dalla redazione del suo giornale, I Siciliani. La sua colpa è stata quella di raccontare sempre la verità, svelando gli intrecci tra mafia, politica e affari della sua Catania. Ripeteva: "a che serve essere vivi, se non si ha il coraggio di lottare?" Celebrarlo e ricordarne gli insegnamenti - aggiunge - significa anche schierarsi ogni giorno dalla parte di chi, come lui, ha scelto di combattere le mafie con la forza delle parole”.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy