Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Qualcuno, nella notte, ha cercato di strapparlo, ma non ci è riuscito del tutto. Eppure, adesso, il manifesto che ricorda Libero Grassi è danneggiato. In via Alfieri a Palermo, sul luogo che ha visto i sicari entrare in azione il 29 agosto del 1991, rimangono solo brandelli del foglio affisso ogni anno dai figli Davide e Alice per ricordare un “imprenditore, uomo coraggioso, ucciso dalla mafia, dall'omertà dell’associazione degli industriali, dall'indifferenza dei partiti, dall'assenza dello Stato", come recitava la parte adesso illeggibile. (di Claudio Reale)

palermo.repubblica.it

grassi libero monumento rovinato

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy