Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Escono in contemporanea due libri di Salvo Vitale su Peppino Impastato

era di passaggio impastato"ERA DI PASSAGGIO"
, edito da Navarra, Palermo, illustra un percorso di storie, cronache, esperienze, confronti, attraverso una serie di riflessioni e articoli scritti dopo la morte di Peppino Impastato. L'autore ne ha condiviso la militanza politica, le scelte e i momenti di lotta, all'interno di un personale rapporto di amicizia, che lo ha impegnato costantemente a conservarne la memoria, a tutelarla da possibili mistificazioni, a dare un contributo a tutto quello che è successo prima e dopo il tragico momento della morte. Ancora oggi il nome di Peppino continua a suscitare reazioni diverse e questo lavoro è un ulteriore contributo affinchè non se ne faccia un'icona dell'antimafia, ma un punto di riferimento per la costruzione di quel mondo di uguaglianza per il quale egli ha sacrificato la vita.


peppino impastato vitalePEPPINO IMPASTATO, una vita contro la mafia, edito da Rubbettino, è una nuova edizione, la quarta dell'originario libro "Nel cuore dei coralli", con aggiornamenti sulla bibliografia e sulle iniziative organizzate ogni 9 maggio per ricordare l'anniversario della morte di Peppino. Il libro racconta la vicenda umana e il percorso politico, le idee, le iniziative, la rottura familiare, i documenti e gli scritti di Peppino, la sua vita difficile in un ambiente permeato di cultura e di potere mafioso. Negli anni '70 Cinisi, è stata un laboratorio dov'è nata l'antimafia sociale in lotta contro lo strapotere della cosca di Gaetano Badalamenti. Nella seconda parte il libro parla delle vicende che seguirono all'omicidio d'Impastato, il depistaggio delle indagini, la controinchiesta dei compagni e il lungo cammino processuale, durato ventidue anni. Sullo sfondo la figura di Felicia, la madre di Peppino, e la sua ostinata voglia di giustizia.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy