Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

maggiani chelli giovanna web4Confermano con forza le guardie Michele Bonafede e Milano quanto detto da Salvatore Riina al carcere Opera di Milano nel 2013: ”Non sono stato io a cercarli, sono stati loro a cercare me”.
Le istituzioni sono andate a cercare Riina nel 1993 per fermare la mattanza di Ministri iniziata con l’uccisione di Salvo Lima.
La guardia carceraria che ha deposto ieri a Palermo conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, quanto ribadito nella sentenza di secondo grado nel processo di Firenze a Tagliavia Francesco: “Trattativa ci fu“!
A morire nella trattativa Stato Mafia sono stati però i nostri figli, non i sette Ministri in elenco.
Se lo Stato non accetterà questa terribile verità, i nostri morti mai avranno giustizia.
Inutile far finta di nulla, per non far sapere al mondo che si sono voluti in quel 1993 salvare sette Ministri dalle mani della mafia con una trattativa Stato Mafia, perché se fossero stati ammazzati sette uomini dello Stato per mano di “cosa nostra”, sarebbero stati una gran brutta immagine davanti al Mondo intero.
Subiremo l’ennesimo torto se sarà ignorato il nostro grido di accertamento della verità tutta sui morti del 27 Maggio 1993 e se si continua a far finta che i nostri invalidi abbandonati a se stessi, siano l’effetto collaterale di un modo “normale” di gestire il Paese per esigenze istituzionali è una ignominia senza pari.

Giovanna Maggini Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via ei Georgofili

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy