Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Simbolo Palermo migliore, storia sua e di Libero cambiato città
Roma. "E' un grande dolore sapere che Pina Maisano Grassi non c'è più. Ci sono singole storie che cambiano intere città e influenzano centinaia di persone, ci sono sacrifici che gettano davvero le basi per un cambiamento profondo e duraturo. La storia di Libero Grassi e di sua moglie Pina è una di queste". Così il presidente del Senato Pietro Grasso ricorda su Facebook la scomparsa, ieri sera, di Pina Maisano Grassi, vedova dell'imprenditore ucciso per la sua rivolta contro il racket. "Libero fu il primo imprenditore che rifiutò pubblicamente di pagare il pizzo, e per questo fu ucciso dalla mafia. Pina non è stata solo "la moglie di Libero" ma molto di più: una donna coraggiosa, forte e instancabile che per oltre 25 anni ha fatto della battaglia al racket la sua ragione di vita. La incontrai la prima volta nel 1991, quando fu ucciso Libero. Di anno in anno ho imparato a conoscerla, ad apprezzarne l'impegno, a trarre forza dal suo animo gentile e indomabile. Per migliaia di giovani è stata il simbolo di una Palermo diversa, migliore, in grado di riscattare se stessa dall'onta di essere subalterna alla mafia. Li ha accompagnati, sostenuti, protetti", scrive Grasso nel suo post. "Oggi quei ragazzi piangono la scomparsa di una nonna che ha saputo trasmettere loro l'amore per la propria città e la determinazione a difenderla dai soprusi di cosa nostra. Era una persona veramente eccezionale, mi mancherà tantissimo il suo sorriso pieno di speranza; mancherà ai suoi familiari, a Palermo, ai suoi nipoti di AddioPizzo, a tutti i cittadini onesti", conclude.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy