Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il 15 giugno p.v. la Corte di Palermo ha disposto l’audizione di Ciampi, Amato, Ferraro in tribunale a Roma con la Corte in trasferta.
Ancora tre persone dello Stato informate dei fatti del 1993.
Ci domandiamo e lo auspichiamo:
Capiremo finalmente di più sugli annullamenti del 41 bis del novembre 993, poco dopo le stragi del 1993 di maggio e luglio?
Il 27 Maggio 1993 a Firenze in via dei Georgofili sono morti in nome e per conto dell'annullamento del 41 bis sono morti bambini e ragazzi.
La domanda va sempre da se: Ma quando hanno revocato 334 41 bis a novembre 1993, se li ricordavano o no i morti di via dei Georgofili? O erano stati nomale amministrazione in seno ad una trattativa e gli "incidenti di percorso" poco contavano?
E se trattativa non c'è stata come sostengono a spada tratta da più parti, la domanda sempre da se: Ma da parte di chiunque, dell'ultimo arrivato, come si potevano annullare a novembre 334 41 bis a dei mafiosi di ogni ordine e grado, quando i corpi  dei morti di via dei Georgofili erano ancora caldi? E i feriti erano ancora a combattere fra la vita e la morte?

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy