Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Continua la saga delle concessioni ai detenuti mafiosi a 41 bis.
Persone che non devono più avere la possibilità di contatti con l’esterno, ora potranno andare al cimitero sulle tombe dei loro cari.
Riteniamo e denunciamo essere in atto una deriva senza pari che verte ad abolire piano, piano ed inesorabilmente, il regime di detenzione di 41 bis con il suo vero spirito per cui è nato.
Quel regime per il quale la mafia “cosa nostra” concorde con tutte le mafie d’Italia quando ha massacrato i nostri figli in via dei Georgofili, pare debba essere abolito in nome di un garantismo sfrenato e senza pari, quasi fosse in atto l’ennesimo ricatto della mafia stragista che vuole vedere di suoi “Padrini” spaziare e dettare ancora leggi di morte come ha sempre fatto, sia pure dai cimiteri.
Al cimitero sulle tombe dei propri cari a piangerli, si recita in queste ore!
Ci sono parenti strettissimi di morti ammazzati dalla mafia che non potranno mai piangere i loro cari, perché non sanno dove sono, la mafia li ha sciolti nell’acido o fusi con il calcestruzzo.
Senza dimenticare massacri avvenuti proprio per mano di mafia nei cimiteri sulle tombe di morti.
Quale organismo di giustizia darà loro un tomba su cui piangere?
E i nostri di morti massacrati perché il 41 bis fosse abolito, quando avranno giustizia se per volere della mafia il carcere severo, ma necessario, per “cosa nostra” e altre mafie, sarà buttato alle ortiche attraverso concessioni che paiono ai nostri occhi più “regali” frutto di ricatti che altro?

Giovanna Maggiani Chelli
Presidente
Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy