Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

foto-95-400x215Cassazione condanna Vincenzo Santapaola
21 marzo 2011
Già in carcere in regime di 41 bis, Vincenzo Santapaola, 58 anni, è stato raggiunto da una nuova ordinanza di custodia cautelare per l’omicidio di Luigi Ilardo, avvenuto il 10 maggio 1996 per mano di Cosa Nostra a Catania.

Gli agenti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione ad misura di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale del Riesame di Catania, divenuta esecutiva dopo la sentenza pronunciata dalla Corte Suprema di Cassazione.

E’ ritenuto responsabile, in concorso con Giuseppe Madonia, 68 anni, Maurizio Zuccaro, 53 anni e Orazio Benedetto Cocimano, 50 anni, di omicidio, detenzione e porto illegale di armi da fuoco, con le aggravanti di aver commesso il fatto con premeditazione, per agevolare l’associazione mafìosa denominata Cosa nostra di cui i destinatari fanno parte ed avvalendosi delle condizioni di assoggettamento ed omertà derivanti dalla loro affiliazione al menzionato sodalizio mafioso.

Il provvedimento richiesto dalla Dda di Catania e fondato sul lavoro della Squadra Mobile si basa sulle dichiarazioni di diversi collaboratori e in particolare dalla confessione di Santo La Causa Santo che partecipò alla fase organizzativa dell’omicidio di Luigi Ilardo, del 10 maggio 1996.

Giuseppe Madonia è ritenuto il mandante, Maurizio Zuccaro l’organizzatore e Orazio Benedetto Cocimano l’esecutore materiale dell’omicidio, insieme a Maurizio Signorino e Pietro Giuffrida, deceduti. Per Madonia, Zuccaro e Cocimano era stata emessa lo scorso giugno un’altra ordinanza di custodia cautelare in carcere.

(foto conferenza stampa arresti giugno 2013)

catania.blogsicilia.it

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy