Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

18 dicembre 2011
Roma. Nel cuore di Roma, al Cafè de Paris liberato dalla 'ndrangheta, arrivano i prodotti delle cooperative di Libera Terra. Nello storico bar di via Veneto, finito nelle mani della criminalità, arriveranno l'olio calabrese, il vino siciliano e la pasta campana delle terre confiscate alla mafia. L'iniziativa sarà presentata domani alle 11,30 al Cafè de Paris alla presenza del presidente di Libera, don Luigi Ciotti, del prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, del questore Francesco Tagliente, di Giacomo Barbato, prefetto Agenzia Nazionale Beni Confiscati, Toni Dattola, amministratore giudiziario Cafè de Paris e di rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell'ordine e dei sindacati. Ci sarà una degustazione curata dagli chef del Cafè de Paris con prodotti Libera Terra. «Una nuova tappa di un lungo cammino da fare insieme, nel segno della corresponsabilità per la legalità e la giustizia sociale e di un brindisi alla speranza», si sottolinea in una nota.

Adnkronos

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy