Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

5 dicembre 2011
Palermo. “Mario Monti aveva promesso rigore ma anche equità. Aveva promesso che avrebbe fatto la guerra ai privilegi. Ieri, invece, il suo governo ha varato una manovra palesemente iniqua, che fa la guerra solo ai contribuenti italiani. Ci spieghino, Monti e gli altri membri dell’esecutivo, per quale recondito motivo la Chiesa, che possiede oltre il 20% del patrimonio immobiliare italiano, gode ancora dell’esenzione Ici, mentre si è pensato bene di colpire, per l’ennesima volta, la categoria dei pensionati. I cittadini italiani non ne possono più di governi inchinati alla casta ecclesiastica.
Ritengo che la stessa Chiesa dovrebbe mostrare maggior senso di responsabilità proponendo l'abolizione dell'esenzione di cui gode”. Così in una nota l’europarlamentaree responsabile nazionale del Dipartimento Antimafia di IdV, Sonia Alfano, commenta la manovra del governo Monti.
“Se devono essere sacrifici per tutti - prosegue Alfano - che lo siano. A pagare questa crisi, inoltre, sono i soliti noti - sottolinea - e non i veri colpevoli di questo sfacelo: coloro che nulla hanno fatto contro l’evasione fiscale, la corruzione e la criminalità organizzata, cioè i veri fenomeni che ci costringono a rinunciare allo sviluppo del Paese”.

Visita: soniaalfano.it

 

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy