Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Una molotov è stata lanciata la notte scorsa, intorno alle 2.30, a Trezzano sul Naviglio (Milano) contro una villa confiscata alla mafia nel 2014. L'edificio, in via Pitagora, è abitato dai minori profughi del progetto di accoglienza dell'associazione Villa Amantea. Non ci sono stati feriti e gli stessi minorenni ospiti della struttura si sono impegnati per spegnere il rogo. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Trezzano e della compagnia di Corsico. Il sindaco di Trezzano, Fabio Bottero, ha espresso la propria solidarietà ai ragazzi parlando di un "gesto gravissimo e vile". Solidarietà è arrivata anche dai componenti del Comitato Antimafia del Comune di Milano, Nando dalla Chiesa, Ciro Dovizio, David Gentili, Eleonora Montani e Laura Ninni.

Foto:
it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy