Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Dopo l'assegnazione della cittadinanza onoraria di Cinisello Balsamo a Nicola Gratteri (il magistrato in prima linea nella lotta contro la 'Ndrangheta) avvenuta con una cerimonia ufficiale il 6 dicembre scorso, il Consiglio comunale ha chiuso le sedute del 2021 con l'approvazione all'unanimità di una delibera che veicola l'acquisizione al patrimonio pubblico di un bene immobile confiscato alla criminalità organizzata, gestito dall'Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati e assegnato al Comune di Cinisello Balsamo. "Si tratta di un atto concreto ma anche dal grande valore simbolico, che traduce nei fatti lo spirito di lotta all'illegalità che anima le forze politiche di Cinisello Balsamo. Questa acquisizione al patrimonio comunale è una forma di restituzione ai cittadini di qualcosa che era stato indirettamente loro tolto con metodi criminali. La confisca e l'obbligo da parte dei Comuni di utilizzare questi beni immobili per scopi sociali e' il miglior modo per rispondere alla criminalità organizzata: con servizi utili alla cittadinanza", ha dichiarato l'assessore al patrimonio Enrico Zonca. L'immobile acquisito richiede dei lavori di ristrutturazione e dovrà poi essere utilizzato per scopi sociali, quali una residenza per coniugi separati o per sostenere persone o famiglie in difficoltà.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy