Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Direzione investigativa antimafia ha eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Torino, di un bar-tabaccheria situato nel centro di Torino, intestato alla moglie di un presunto affiliato alla ‘Ndrangheta e attivo nel 'locale' di Volpiano, alle porte del capoluogo piemontese. Il provvedimento fa seguito all'operazione Platinum Dia dello scorso 5 maggio, che ha portato all'arresto di 33 persone in Italia e Germania accusate, a vario titolo, di traffico internazionale di droga, riciclaggio, intestazione fittizia di beni, estorsione e altri reati, aggravati dalle modalità mafiose. A maggio erano già stati sottoposti a sequestro due bar, una torrefazione, una società di costruzioni e una società immobiliare sempre riconducibili allo stesso soggetto, ritenuto dagli inquirenti il terminale economico nella zona di Volpiano.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy