Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"C'è un tentativo di infiltrarsi con società di facciata nella cosa pubblica. Il rischio oggi è rappresentato dai fondi del Pnnr". Lo ha detto il presidente della commissione regionale antimafia Claudio Fava oggi a Siracusa. "Il rischio è che si infiltri l'imprenditoria mafiosa con poco clamore, poco chiasso - ha aggiunto -. Le inchieste a Trapani, Catania, Palermo ci confermano la nuova sponda su cui investe la criminalità mafiosa. Ma proprio in questa Prefettura a Siracusa ho ritrovato un fatto estremamente positivo: la sinergia tra le forze dell'ordine e le Istituzioni. La capacità di intercettare le infiltrazioni criminali, come avvenuto con la Tech srl (società che si occupa del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti alla quale è stato revocato l'appalto dopo l'Inter d'ottica). E' un bilancio positivo della qualità del lavoro e la preoccupazione su quello che potrà accadere se non si lavora bene sul piano preventivo come sta facendo questa Prefettura che ha emanato diverse interdittive".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy