Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La polizia di Reggio Emilia ha arrestato Salvatore Procopio, indiziato di appartenere alla consorteria 'ndranghetistica operante in Emilia e di detenzione illegale di armi da sparo. La misura eseguita è stata emessa dal gip del Tribunale di Bologna nell'ambito dell'operazione 'perseverance', coordinata dal procuratore Giuseppe Amato e dal pm della Direzione Distrettuale Antimafia Beatrice Ronchi. L'operazione 'perseverance' lo scorso marzo 2021, aveva portato all'arresto per i reati di tentata estorsione aggravata dal metodo e dall'agevolazione mafiosi, diversi esponenti del sodalizio di ‘Ndrangheta emiliano. In quella occasione, era stata documentata un'articolata attività estorsiva per una ingente somma di denaro di provenienza illecita. Salvatore Procopio è considerato dagli indagati un "azionista" e cioè un appartenente alla consorteria 'ndranghetistica in grado di compiere azioni criminali, anche violente. L'indagine 'perseverance' ha anche rivelato i nuovi assetti del sodalizio 'ndranghetistico emiliano dopo gli arresti, le condanne e i sequestri intervenuti con le Operazioni Aemilia e Grimilde.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy