Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La dirigente Citarrella: “Abbiamo voluto dare un segnale alla Scuola e al Territorio”

Si è svolto questa mattina alle ore 9,00 l’incontro di Giuseppe Antoci, Presidente Onorario della Fondazione Caponnetto ed ex Presidente del Parco dei Nebrodi, con gli studenti del Liceo Meli di Palermo. L’incontro, che ha inaugurato l’anno scolastico e che ha voluto accompagnare l’inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2021/2022, ha visto la partecipazione dei rappresentanti degli studenti del triennio e collegate tutte le classi in videoconferenza. Un incontro a tratti commovente e che ha visto anche alcuni studenti leggere estratti di testi classici su temi della legalità.

Il Meli, a maggio di quest’anno, era stato Capo Fila di più di 60 scuole e 5 Università organizzando un importante convegno nazionale dal titolo “Il mutamento della mafia e le Terre Liberate” al quale hanno partecipato autorevoli relatori, esponenti delle Istituzioni, del mondo accademico e delle Forze dell’Ordine e, fra essi, il Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho e la Ministra degli Interni Luciana Lamorgese, che ne ha concluso i lavori.

Un importante evento, che non trova precedenti per il numero esponenziale di partecipanti, con un bacino di quasi 80 mila studenti collegati da tutta Italia, per ricordare l’attentato mafioso che ha colpito il 18 maggio 2016 Giuseppe Antoci e gli uomini di scorta della Polizia di Stato.

E’ storico l'impegno nella lotta alla mafia del liceo Meli, di cui fu alunno Paolo Borsellino. Si ricorda che il 21 febbraio del 1984, con la presidenza del Prof. Aldo Zanca, il Liceo Meli ha organizzato al Teatro Politeama di Palermo, nel corso della seconda guerra di mafia, un'assise nazionale contro la mafia aperta dai saluti del Presidente della Repubblica, Sandro Pertini, e del Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Abdon Alinovi, a cui parteciparono migliaia di studenti. Uniti in un coordinamento che raccoglieva i rappresentanti studenteschi di 35 istituti superiori, il movimento studentesco di Palermo fu propulsore e protagonista di una risposta corale della città contro la violenza mafiosa, che in quegli anni insanguinò le strade di Palermo, lasciando
per terra oltre mille morti.

“Chiedendo al Presidente Antoci di inaugurare l’anno scolastico abbiamo voluto dare un segnale chiaro a tutta la comunità del Meli e al tutto il Territorio, il Liceo Meli deve formare dei cittadini responsabili che vivano ogni giorno all’insegna della Legalità” - ha detto questa mattina la Dirigente Scolastica del Liceo Meli Cinzia Citarrella.

Il Liceo Meli è stato inoltre vincitore del progetto “Un giorno in Senato” bandito dal Senato della Repubblica e dal Ministero dell’Istruzione e porterà quest’anno in Senato una delle classi della scuola per vivere una ulteriore bella esperienza formativa.

“Voi giovani non siete il futuro ma il presente del nostro Paese - ha detto Antoci agli studenti - agite con la consapevolezza di poter cambiare le cose e vedrete che le cose cambieranno… Fidatevi… Ritagliatevi ognuno un pezzetto di responsabilità e soprattutto schieratevi dimostrando da quale parte state. Ricordatevi – dice ancora Antoci – che le persone perbene ed oneste siamo tanti più dei mafiosi e disonesti, dobbiamo solo unirci e fare squadra”. Ed infine - Portate alto il nome del Vostro Liceo nel quale Polo Borsellino si diplomò e nel quale tanto si impegnò da giovane studente scegliendo da subito da che parte stare. Fatelo anche Voi, seguite il suo esempio”.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy