Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso ha posto sotto sequestro una villa di circa 300 mq e disponibilità finanziarie per un valore di circa 550.000 euro nei confronti di un residente in provincia di Treviso. Il provvedimento, disposto dal tribunale di Venezia, fa seguito a indagini patrimoniali nei confronti del trevigiano con numerosi precedenti e condanne penali (minacce, lesioni, ingiurie, falsità, plurime truffe ai danni di privati, insolvenze fraudolente, ricettazione, rapina, tentato furto) e dunque ritenuto, sulla base delle previsioni del Codice antimafia, socialmente pericoloso. Indagini attraverso le quali è stato possibile evidenziare una palese "sproporzione" tra il suo patrimonio e la circostanza che egli non abbia mai svolto alcuna attività economica o percepito alcun reddito. Gli accertamenti sono stati svolti anche attraverso le banche dati dei finanzieri che hanno così potuto ricostruire la posizione patrimoniale ed economico-finanziaria del nucleo familiare dell'uomo.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy