Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Questo è un sogno che si realizza molto concreto e questa sala bingo diventerà un centro multimediale a livello internazionale perché Libera è in tutta Europa, in America latina e in Africa. E' un sogno nato dopo le stragi di Capaci che ha messo insieme cittadini, associazioni e movimenti e le varie espressioni delle chiese. C'è un ruolo della società civile di sentirsi più responsabili, non possiamo delegare il contrasto alla criminalità alle mafie solo alla magistratura e alle forze di polizia, ma dobbiamo lavorare insieme". Lo ha detto il presidente dell'associazione Libera don Luigi Ciotti, questa mattina nel corso della visita del presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti all'immobile di via Stamira a Roma confiscato alla mafia e concesso dalla regione all'associazione Libera. "Abbiamo trovato un sostegno nella magistratura che ci ha accompagnato per poter prendere questo bene e la regione Lazio che si è messa profondamente in gioco per realizzare questo percorso, la regione è titolare di questo passaggio ma questo passaggio si va a costruire insieme", ha concluso.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy