Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

In occasione della 30a giornata della Serie BKT, la Lega B celebrerà la XXVI Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che cade il 21 marzo 2021, attraverso l'iniziativa denominata "Lo sport non vi dimentica" promossa da Libera. Lo scrive la Lega di Serie B in una nota. Nelle scorse settimane l'incontro tra il presidente della Lega B, Mauro Balata, e quello di Libera, Don Luigi Ciotti, ha messo le basi per portare avanti una collaborazione atta a rafforzare la sfida alla mafia attraverso l'impatto che lo sport, e in particolare la Serie B, che è sempre più radicata nei territori italiani e nei giovani, può avere sul panorama nazionale. In occasione della 30a giornata di campionato, dunque, i capitani delle squadre della Serie BKT scenderanno in campo con una speciale maglietta con la scritta "Lo sport non vi dimentica" che richiama lo slogan dell'iniziativa. Questo messaggio sarà veicolato anche attraverso i canali social della Lega e dei club cadetti e su quelli dei licenziatari televisivi che daranno quindi risalto alla campagna. "Ricordo, conoscenza, impegno e legalità. È importante testimoniare il valore e il significato delle migliaia di vittime causate dalla MAFIA - dice il presidente Mauro Balata - soprattutto in un momento dove le fragilità delle persone diventano terreno fertile per la malavita e la corruzione. La testimonianza del calcio, e in particolare della serie BKT, con la sua portata mediatica e il suo rapporto diretto con i territori e con i tifosi, può e deve fare molto. È dunque un dovere esserci ed è altrettanto necessario continuare questo impegno per non dimenticare chi prima di noi ha sacrificato la propria vita per cambiare un sistema ingiusto e criminale. Noi ci siamo oggi e ci saremo sempre. Un cambiamento vero, non un semplice adattamento, è possibile solo attraverso una profonda consapevolezza dei mali che ci affliggono e una generale assunzione di responsabilità nel contrastarli. Solo dalla costruzione di un bene davvero comune può scaturire un'epoca di pace, giustizia e libertà universali". "In questa prospettiva - ha dichiarato Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera - si colloca la significativa partecipazione del mondo dello sport alla 'Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie' indetta da Libera. Lo sport - quando si coniuga all'etica e alla responsabilità - può essere per i giovani uno straordinario veicolo di crescita umana e culturale, e da sempre i giovani costituiscono la parte più cospicua e attiva del 'popolo' di Libera. Ecco allora che questo 21 marzo ci chiede più che mai di fare della memoria del sangue del dolore provocati dalle mafie un impegno a costruire ponti per il futuro. Sono queste le infrastrutture etiche, sociali e culturali di cui ha bisogno il nostro Paese per inaugurare una stagione di prosperità e vincere la 'partita' più importante: quella le cui regole sono stabilite dalla nostra Costituzione, carta e 'carne' dei nostri valori fondamentali".

Foto tratta da legab.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy