Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Promotore, organizzatore e finanziatore dei traffici di cocaina in Europa, così è considerato dai magistrati della Procura Distrettuale di Reggio Calabria, guidata da Giovanni Bombardieri che ha coordinato la cattura, Giuseppe Romeo, uno dei latitanti di 'Ndrangheta più importanti fino a ieri". Lo scrive su Facebook il senatore del M5S, Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia. "Romeo - aggiunge - aveva lasciato San Luca, la 'mamma' della 'Ndrangheta, per trasferirsi in Germania, ove aveva messo su una solida e ramificata organizzazione per la gestione del traffico della cocaina in Europa. Aveva stretto rapporti con alcuni intermediari olandesi e belgi che si occupavano del trasferimento a Milano di consistenti quantitativi di cocaina, anche 50 chili a settimana. Gli spostamenti dello stupefacente avvenivano sempre con l'intermediazione di esponenti delle 'ndrine calabresi, molti dei quali già condannati per traffico di cocaina". Poi Morra conclude: "E chi non capisce cosa rappresenti il traffico di droga per le mafie, e quanto la 'Ndrangheta abbia acquisito dimensioni transnazionali, per forza sottovaluta l'eccezionale notizia di questa cattura. Forza".

Foto © Leandro Gomez

ARTICOLI CORRELATI

'Ndrangheta Connection: arrestato in Spagna il latitante Giuseppe Romeo

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy