Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Cari amici, posso darvi oggi una bellissima notizia che aspettavo di darvi da tempo ma che ha richiesto un lavoro appassionato da parte di amici fraterni che non vogliono neanche essere nominati.
All’indirizzo www.viadamelio.it è attiva una pagina sul web tramite la quale si può accedere ad una telecamera puntata sull’ulivo di Via D’Amelio.
Avremo quindi la possibilità di vedere, in ogni momento in cui lo desiderassimo, l’albero d’ulivo che sarà oggetto della nostra iniziativa “Scorta per la memoria”, vedere le persone che si avvicineranno, vedere le persone che faranno da scorta all’ulivo e vedere i ricordi lasciati dalle persone che vanno a trovarlo e che pendono dai suoi rami.
Ma la cosa che più mi emoziona è che la telecamera che ci permette di fare questo è posizionata immediatamente sotto il Castello Utveggio, sotto quella torretta da dove tante volte, dopo le tante “acchianate” fatte in questi anni, ci siamo fermati a guardare dall’alto Palermo, Via D’Amelio e il suo ulivo visibile anche ad occhi nudo ma che adesso vedremo come se potessimo toccarlo.
Come quel 19 luglio del 1992 in quel Castello c’era sicuramente la cabina di regia dalla quale venne guidata la strage, c’è ora invece invece una telecamera che ci permette, da ogni angolo d’Italia e da tutto il mondo, di guardare quell’ulivo, simbolo di rinascita, di Speranza, di Giustizia.
Come nostra madre, per i cinque anni di vita che ci regalò dopo quell’esplosione che le aveva portato via il figlio, guardò dal balcone della casa di Via D’Amelio quell’ulivo che aveva voluto che fosse piantato nella buca scavata dall’esplosione, noi lo possiamo ora guardare, dovunque ci troveremo, quando vorremo ricordare il sacrificio di Paolo e dei suo ragazzi.
E tutto questo grazie a chi ha e custodisce nel proprio cuore una scintilla dell’amore di Paolo Borsellino, di Agostino Catalano, di Claudio Traina, di Emanuela Loi, di Vincenzo Li Muli e di Walter Eddie Cosina.

Tratto da: 19luglio1992.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy