Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"La più sentita solidarietà e vicinanza al giornalista Paolo Borrometi, vicedirettore dell'Agi e presidente di Articolo 21, da anni nel mirino di gravi e reiterate minacce di stampo mafioso". A esprimerla è Avviso Pubblico, la rete nazionale degli enti locali antimafia, che, in una nota, rileva come "da alcune intercettazioni dell'ultima indagine della Dda di Palermo e degli uomini del Ros, che ieri ha portato in carcere 23 persone in Sicilia con l'accusa di far parte della rete di protezione del super boss Matteo Messina Denaro, emerge nuovamente la forte preoccupazione da parte dei clan non solo per l'attività degli inquirenti ma anche per le inchieste realizzate nei loro confronti da alcuni giornalisti. In particolare uno degli arrestati, Simone Castello, cita il giornalista Paolo Borrometi che in questi anni ha più volte acceso i riflettori su di lui. L'inquietudine di Castello, condivisa con i suoi affiliati, dimostra ancora una volta quanto le mafie temono un'informazione libera". Secondo Avviso Pubblico, "sostenere Paolo Borrometi e tutti i giornalisti e le giornaliste finiti nel mirino delle intimidazioni mafiose non è solo un dovere morale, ma è una delle principali forme di protezione verso queste persone, un modo concreto per difendere la nostra democrazia e il diritto di poter usufruire di una informazione libera e responsabile. Avviso Pubblico - conclude la nota - sarà sempre al fianco di tutti i giornalisti e le giornaliste che svolgono il loro lavoro con passione, impegno ed onestà e che per questo, spesso, subiscono minacce e rischiano la propria incolumità”. “Un abbraccio forte e fraterno tra chi, a qualsiasi costo, sa sempre da che parte stare, quella giusta, la nostra”. Un messaggio di solidarietà e vicinanza che giunge a Paolo Borrometi anche da Sos Impresa nazionale di cui il coraggioso giornalista è socio onorario, subito dopo la notizia della convocazione della sua audizione nel Comitato Antimafia per la tutela dei giornalisti minacciati.
“Esprimo a nome mio personale e di tutta Sos impresa - afferma il presidente nazionale, Luigi Cuomo - tutta la solidarietà e vicinanza che merita sempre, ancor di più in momenti come questi”.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy