Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"La permeabilità come evidenzia lo studio è un fenomeno multidimensionale e complesso, esso evidenzia inoltre come l'infiltrazione e il radicamento delle mafie avvengano con modalità che variano a seconda del gruppo criminale, del momento storico, delle caratteristiche intrinseche dei territori". Ad affermarlo è il procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero de Raho, nel corso del suo intervento alla presentazione della ricerca svolta dall'Eurispes sull'Indice di Permeabilità dei territori alla criminalità organizzata'. "La permeabilità non si legge attraverso il fenomeno della violenza, questo è importante, essa deve essere analizzata attraverso una più ampia lente socioeconomica. Lo studio evidenzia che non è l'arretratezza socio economica a generare le mafie, è invece vero l'inverso, sono le mafie che generano l'arretratezza socio economica. E questo è un dato di grande importanza, - ha ribadito Cafiero de Raho - molto spesso si tende a distinguere nord e sud quasi che una parte del nostro paese sia arretrato geneticamente e non è stato così. E' quando le mafie hanno cominciato a prendere il sopravvento, a manovrare elementi della società e dell'economia, che una parte del nostro paese si è fermata e una parte è andata avanti". "Ora il rischio è che queste mafie si infiltrino, contaminino anche l'altra parte del nostro Paese e quindi il segnale che questo studio vuole dare è quello di stare attenti ai territori ma nello stesso momento ricordiamo che l'obiettivo fondamentale, credo prioritario, perché il nostro Paese salga nell'ambito della sfera delle economie più avanzate, è quello di abbattere, annientare, eliminare le mafie. Senza le mafie - ha sottolineato ancora de Raho - il nostro Paese sarebbe il paese del mondo. Le mafie lo rallentano e lo ostacolano".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy