Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"La miopia, anzi la cecità, di chi ancora non ha capito che le organizzazioni mafiose sono un problema internazionale. In Germania in un processo per tutelare il cognome 'Falcone' il giudice ritiene che Falcone sia solo italiano. È proprio vero, si deve sbattere e farsi male per capire. Ed evidentemente la strage di Duisburg non e' stata ben compresa nella sua rilevanza semantica. Non ho parole". A scriverlo è Nicola Morra presidente commissione Antimafia, in un post su facebook, dopo la sentenza di un giudice tedesco che ha rigettato il ricorso della sorella del magistrato ucciso nella strage di Capaci, contro l'uso distorto delle immagini e dei nomi di Falcone e di Paolo Borsellino in una pizzeria di Francoforte.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

A Berlino c'è un giudice un po' coglione

Tartaglia: ''Pizzeria con nome Falcone e Borsellino? Ingiusto e pericoloso''

Maria Falcone: ''Sentenza tedesca è un affronto''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy