Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il procuratore generale di Roma Francesco Mollace ha chiesto, durante la sua requisitoria nel processo contro il clan Spada, che venga riconosciuta anche in Appello il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso per il gruppo criminale attivo sul litorale romano. Nel corso della prima udienza dedicata interamente alla requisitoria il pg ha chiesto di confermare i tre ergastoli inflitti in primo grado nei confronti dei vertici del clan: Carmine Spada, detto Romoletto, Roberto Spada e Ottavio Spada, detto Marco. La conclusione della requisitoria è attesa per la prossima udienza fissata al 17 novembre.

In foto: la corte d'Assise nel processo di primo grado © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy