Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

NAPOLI. "Non ci posso credere. Mi perdoni ma non me la sento di commentare, si sta praticamente ricostituendo uno dei clan piu' pericolosi del Paese". Cosi', all'Ansa, Catello Maresca, il magistrato antimafia che insieme con i colleghi Raffaello Falcone e Marco Del Gaudio lo catturo', ha commentato la scarcerazione di Pasquale Zagaria. Maresca, per lungo tempo alla DDA di Napoli, e' stato minacciato dal fratello Michele, superboss del clan dei Casalesi. Minacce ricevute anche dal pm della DDA di Napoli Maurizio Giordano. "Spero solo che ora lo Stato si preoccupi di tutte le persone che corrono seri rischi a seguito di questa scarcerazione, - aggiunge, addolorato, Maresca - a partire dai colleghi in prima linea che sono stati pesantemente minacciati da questi delinquenti. E, mi consenta solo di dire che, come il ministro Bonafede ha assicurato nei giorni scorsi, ora almeno mi aspetto che si accertino rapidamente le cause di tutto cio' e se ci sono pesanti responsabilita', come mi sembra di intravedere dalle prime notizie di stampa, queste vadano accertate e sanzionate. Qui si sta giocando con la vita delle persone perbene", ha concluso il magistrato antimafia napoletano.

ANSA

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy